FRASSINETI ARNALDO


Vai ai contenuti

Essenze legno

Intarsio

Acero a occhio di pernice

La particolarità è nella sua venatura chiamata “a occhio di pernice”.E’ molto decorativo e ottimo da lavorare nel taglio.
L’acero montano è, tra i nostri legni, uno dei più chiari. Con la luce il suo colore vira verso il giallobruno,nonostante la colorazione di fondo quasi bianca, il legno proveniente da uno stesso fusto può mostrare contrasti chiari e scuri prodotti dalla diversa riflessione della luce, tale carattere è osservabile in particolare sulle impiallacciature.

Acero

Questa essenza è’ tenera, e si lascia facilmente tagliare anche trasversalmente alla venatura.Essendo la più chiara, può venir usata per tutte le parti che devono risultare tendenti al bianco.Il legno è di colore chiaro, giallo rosato, con venature. Ha una fibra molto compatta con una superficie lucida e setosa.

Betulla

La betulla è un legno tenero, della famiglia delle latifoglie,rimanendo comuqneu il legno più duro tra le specie dei legni teneri. Si presta molto bene al taglio,essendo un legno morbido,e per la sua particolare venatura di colore tendente al rosa è di notevole interesse nell'intarsio.

Frassino

Il frassino è un legno molto duro, di essenza forte, della famiglia delle latifoglie. Il colore è bianco rosato madreperlaceo. Può avere sfumature sul verde.E’ uno dei peggiori legni sulla lavorazione,le sue fibre sono alternate, molto dure e molto tenere, tagliando lungo la vena è facile che il taglio venga deviato;Interessante è il contrasto derivante dagli anelli di accrescimento.

Pero

Essenza forte, di tipo duro.Il legno è compatto, molto pesante, resistente ai tarli. Non si deforma.e si lavora facilmente.Ha la particolarità che non si scheggia. Il colore è rossiccio nelle piante più vecchie mentre più bianco in quelle giovani.

Mogano

Il mogano proviene dall'America tropicale e dalle Antille. Il legno è duro, compatto, facile da lavorare, di colore rosso scuro. Ha grana finissima e non si deforma.La sua attitudine all’impiallacciatura è ottima,ottenendo fogli molto piatti che si tagliano facilmente; si rompe con semplicità.E’ disponibile in molte sfumature di toni rossobruni

Limba

E’ un’essenza esotica tenera che si può tagliare sia in senso longitudinale che trasversale,proviene comunemente dall' Africa occidentale, dalle coste della Guinea e dalla Sierra Leone.
Si usa per tutte le tonalità di giallo e oro.La sua fibratura è diritta, con andamento ondulato della fibra.


Tek

Il tek è un albero dal legno duro, che proviene dalla Birmania e dall'Indocina. Il colore è bruno verdastro venato, giallo o rosso cannella. Grazie al suo colore con leggeri toni verdastri, si presta a rendere tutti i toni di verde nei lavori di intarsio, in particolare nei paesaggi con alberi.Molto solido, resistente agli sbalzi atmosferici e all'umidità. E' pesante, a fibra compatta;

Noce

Il noce è un legno di essenza forte, semiduro, della famiglia delle latifoglie. Il colore è marrone. Può esere chiaro se l'albero è giovane, scuro se è vecchioAnche il noce si presta bene all’intarsio;le sue venature, ben evidenti specie nelle radiche, danno effetti decorativi molto interessanti.Si taglia facilmente e se ne possono ottenere strisce molto sottili.Il legno ha fibra compatta, è duro, elastico.

Ciliegio

Il cieligio è un legno di essenza forte, famiglia delle latifoglie. Il legno è arancione o rosso bruno con venature, molto duro e compatto, con fibre regolariE’ ottimo per l’intarsio
Per il suo colore rossiccio fiammato molto decorativo si usa sempre quando si vogliono toni caldi.
Si può sfruttare l’effetto decorativo dato dal contrasto tra gli anelli di accrescimento

Quercia

La quercia è un albero di essenza dura. Il legno è giallo pallido o bruno rossastro chiaro. Stagionando scurisce. E' un legno compatto, pesante, robusto.Ha caratteristiche simili al frassino ma il colore bruno è di tono più scuro.
Per tagliarla ci vuole un po’ di sforzo, perché non è molto tenera, soprattutto trasversalmente alle venature.

Wengè

Questa essenza ha origine africane con caratteristiche del legno elastico ma molto duro, che si taglia a fatica e difficile da levigare.Durame bruno scuro con variazioni fino al nerastro.La tessitura si sposta da media a grossolana con la fibratura generalmente diritta.

Ebano

L'ebano proviene dalle Indie, dalle Antille o dall'Africa. Ce ne sono diverse varietà, la più pregiata è quella col legno nero. Il legno è profumato, durissimo,

OLIVO

L'olivo è un legno di essenza forte, della famiglia delle latifoglie. Il legno è giallo con venature scure, profumato a struttura compatta e omogenea. Si può lavorare e rifinire molto bene.

Palissandro

Il palissandro è un legno duro, della famiglia delle latifoglie, proveniente dal Brasile e dall'India. E' molto compatto, di colore rosso violaceo venato e profumato. Si può rifinire e lucidare molto bene.

Tiglio

Il tiglio è un albero di essenza tenera, della famiglia delle latifoglie. Il legno è di color bianco sfumato di rosa, tenero, a fibra omogenea e sottile, di molto facile incisione.

Platano

Il platano è un legno di essenza forte, della famiglia delle latifoglie. Anche le radici, che sono di color rosso venato, sono utilizzate per impiallacciature. Il legno è bianco rossastro con zone scure.

Pitch-pine

Il pitch-pine è un legno di essenza resinosa. Proviene dall'America centrale. E' compatto, a fibre sottili, molto resinoso. Il colore è giallo rossiccio

Cembro

Il cembro (cirmolo) è un albero di essenza tenera, che appartiene alla famiglia delle resinose. Ha il legno molto compatto, senza venature. E' usato soprattutto per lavori di intaglio.

Balsa

Il balsa è un albero dell'America tropicale dal legno bianco leggerissimo, molto poroso. Ha una fibra spugnosa, omogenea, fragilissima e morbida, che gli permette però di essere lavorato e plasmato con molta facilità. Si sega male perchè si scheggia, ma può essere intagliato con strumenti affilati


Torna ai contenuti | Torna al menu