FRASSINETI ARNALDO


Vai ai contenuti

Storia intarsio

Intarsio

L'intarsio o tarsia lignea č un tipo di decorazione che si realizza accostando minuti pezzi di legni o altri materiali di colori diversi. Diffusa giā nel Trecento tra il 1440 e il 1550 raggiunge il massimo della fioritura, sviluppando quello che verrā definito da André Chastel "il cubismo del Rinascimento".

Fino a tutto il XV secolo la tarsia rimase una forma artistica praticata essenzialmente solo in Italia; in seguito si diffuse, seppure molto cautamente, anche al di lā delle Alpi.

La tecnica del intarsio consiste nel incastrare, incollando su una superficie di legno, pezzetti sottili (tessere o tasselli), di legno, per formarsi un' immagine decorativa. Ogni materiale che si usa per i tasselli, dovrebbe essere a forma delle lastre sottili,dette anche impiallacciatura!

Prima di procedere all'intarsio con pezzetti di legno, veniva creato un cartone, spesso disegnato da pittori di professione, che affidavano la realizzazione dei manufatti ad artigiani specializzati. La tecnica consisteva nell'accostare legni,tagliati in modo da combaciare perfettamente, fino ad ottenere disegni che, arrivavano ad una notevole complessitā virtuosistica.

I diversi colori dipendevano dalle tinte proprie delle varie essenze, variate ulteriormente a seconda del taglio e dell'inclinazione delle venature, che facevano variare la rifrazione della luce sulla superficie


Torna ai contenuti | Torna al menu